Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Navigando accetti l'utilizzo dei cookie.

PRINCIPI GUIDA DEL PROGETTO

Ispirandosi alle indicazioni, date dal Padre Fondatore delle Suore di Maria Consolatrice, di cooperare all’azione salvifica di Cristo nell’ambito delle opere di misericordia, l’azione educativa si esplica in un clima misericordioso e di servizio, perché la scuola sia un luogo di formazione umana e cristiana nel quale ogni allievo possa vivere l’esperienza di essere amato ed accolto per imparare ed amare ed accogliere gli altri.
L’istruzione vuole essere il più possibile completa ed aggiornata. E’ centrata sul singolo bambino/alunno, perché basata sul rispetto e sull’accettazione incondizionata della persona. Partendo dalla  conoscenza della sua storia, delle sue potenzialità e dei suoi eventuali problemi, la scuola, attraverso l’approccio collegiale del corpo docente ed educativo, vuole aiutare ogni allievo a raggiungere autonomia e fiducia di sé, valorizzando ogni positività emersa nel percorso formativo, ma anche ogni insuccesso, per giungere ad una crescita serena e fiduciosa.
Ogni bambino/alunno è unico e irripetibile e va progressivamente accompagnato a prendere coscienza di sé, ad iniziare a sviluppare una propria capacità critica e decisionale e a crescere nella propria dimensione individuale, sociale, etica e religiosa.
La scuola, pertanto, si propone di:
- facilitare la conoscenza di sé, delle proprie potenzialità e dei propri limiti, tendenze, valori;
- potenziare in ciascuno la fiducia nelle proprie capacità, rendendolo consapevole del cammino che sta compiendo;
- creare opportunità per vivere esperienze di solidarietà e di apertura verso gli altri.

Tali proposte passano attraverso la testimonianza di educatori capaci di divenire modelli di speranza, di positività, capaci di educare al gusto di riflettere, di approfondire, al gusto del bello, del buono e della verità.

Scarica il POF in versione sintetica per l'a.s. 2018-2019

Scarica il PTOF per il triennio 2019/2022

OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL’INFANZIA

La proposta didattico-educativa della nostra Scuola è articolata intorno a 3 macro tematiche che ciclicamente vengono riprese e declinate attraverso argomenti e attività specifiche annuali:
- NATURA
- CULTURA
- INTERCULTURA

La tematica, gli argomenti e le attività connesse fanno da filo conduttore della pratica educativo-didattica, ispirando le diverse esperienze nelle quali i bambini vengono coinvolti.

Il metodo da noi usato si suddivide in quattro tempi:
TEMPO della SCOPERTA: l’insegnante suscita la curiosità attraverso un evento particolare.
TEMPO del DIALOGO: si offre a ciascun bambino la possibilità di dire ciò che pensa, che sa, che vorrebbe sapere.
TEMPO della SCOPERTA: è il momento della “cultura dotta”, momento in cui viene chiesta la collaborazione dei genitori nel portare a scuola immagini, storie, filastrocche, oggetti riguardanti l’argomento che stiamo trattando.
TEMPO della COMUNICAZIONE: è il momento del racconto dell’esperienza vissuta, delle conoscenze acquisite, delle meraviglie scoperte attraverso i campi di esperienza e le relative articolazioni.

PROGETTI SPECIFICI

Educazione al suono e alla musica
Il corso di musica ha come finalità, da raggiungere in forma prevalentemente ludica e di gruppo, adatta all'età dei piccoli allievi, lo sviluppo delle competenze di base del musicista, ovvero l'ascolto, la produzione sonora e la creazione attraverso la manipolazione dei suoni. In particolare si vuole sviluppare l'attenzione e la capacità discriminatoria e critica verso le caratteristiche del suono, il senso estetico, la gestualità, l'uso del corpo e della voce nella produzione sonora, il senso ritmico, il senso della forma al fine di fornire strumenti per accedere, comprendere e modellare secondo il proprio sentire la dimensione affettiva e simbolica sempre presente nella musica, ponendo le basi per lo sviluppo di una sensibilità musicale che potrà evolversi nel tempo.
Durante le lezioni di musica i piccoli allievi realizzeranno canti in gruppo e ad una voce, ove possibile  integrati da piccoli e semplici accompagnamenti con gli strumenti ritmici; giochi con l'ausilio di strumenti ritmici (strumentario Orff)  e di basi musicali, ascolto di musica dal vivo (clarinetto/flauto/tastiera) o registrata accompagnato da giochi di immaginazione creativa o motori, pre-scrittura musicale attraverso il disegno/la "traduzione" dell'esperienza sonora in forme di scrittura spontanea.

Lingua inglese
Le attività proposte coinvolgono tutti i canali sensoriali e d’apprendimento ma un’enfasi particolare è posta sull’ascolto, con la consapevolezza che questo debba essere proposto prima del parlato così che, in seguito, la L2 possa scaturire in modo spontaneo. L’approccio è ludico, favolistico e immaginativo e intende far leva sulla fase mitica propria di questi anni del bambino. Per i gruppi dei mezzani e dei grandi è inoltre previsto un percorso in preparazione allo spettacolo teatrale al quale assisteranno a fine anno, che è interamente in lingua inglese e che richiede la partecipazione attiva dei bambini.
Obiettivi specifici:
- approcciare la L2 attraverso immagini, storie, illustrazioni (sviluppo intelligenza visiva)
- sviluppare la capacità di ascolto (sviluppo intelligenza uditiva)
- attuare risposte fisiche alla lingua parlata (sviluppo intelligenza cinestetica)
- cantare e imitare l’intonazione e il ritmo della L2 (sviluppo intelligenza musicale)
Obiettivi formativi:
- Sperimentare attività di coppia e di gruppo (sviluppo intelligenza sociale)
- Incentivare un’attitudine positiva verso l’apprendimento della L2 mediante contesti familiari, rassicuranti e argomenti adeguati all’età del bambino.
Si svolgono anche lezioni di madrelingua inglese.

Educazione motoria
L’educazione motoria nella scuola dell’infanzia è volta a favorire lo sviluppo armonico della motricità di base. Le attività svolte in salone, favorite dal notevole assortimento del materiale didattico, tendono a sviluppare in maniera globale e unitaria la percezione corporea. Le proposte didattiche variano in relazione al gruppo di lavoro. In particolare nella fascia d’età dei 5-6 anni viene stimolato in forma precipua l’aspetto ludico-sportivo con l’introduzione empirica al concetto di squadra e sport.

Insegnamento della religione cattolica
L’insegnamento della religione cattolica è previsto negli ordinamenti ministeriali e nella nostra scuola assume una valenza ancor più specifica alla luce dell’ispirazione cristiana del progetto educativo. Esso viene svolto da un insegnante della scuola opportunamente preparata ed affiancata dalle colleghe di sezione. Di norma si collega al programma didattico-educativo dell’anno con particolari momenti di intensità in preparazione alle feste del Natale e della Pasqua cristiana.
 
Progetto di Educazione all’immagine
Attraverso il contatto con diversi materiali pittorici e di manipolazione, i bambini possono prendere coscienza delle loro varie potenzialità sia grafiche che espressive e, sollecitati a sperimentare possono rendersi conto di saper fare e di saper compiere scelte sempre più autonome. Gli obiettivi specifici di apprendimento sono: favorire la sperimentazione di tecniche diverse di espressione e di comunicazione e sviluppare la capacità critica e creativa. Le varie attività proposte si svolgono nel laboratorio espressamente attrezzato.

Progetto di Educazione alla teatralità
Attraverso esercizi di tipo ludico il laboratorio si propone di favorire una maggior consapevolezza psicofisica da parte del bambino e di aiutarlo a entrare in contatto con le proprie emozioni e saperle esprimere. Gli obiettivi specifici consistono nel conoscere le proprie potenzialità in modo da poter utilizzare il proprio corpo come strumento di espressione. Ci si propone inoltre di far divertire il bambino creando situazioni giocose che lo facilitino la relazione con i compagni del gruppo. Le varie attività proposte si svolgono nel laboratorio espressamente attrezzato o nel teatro della scuola.

Il tempo-scuola è articolato nel modo seguente:
orario ridotto: 25 ore settimanali, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle 13.30;
orario pieno: 35 ore settimanali, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 15.30.
La scelta del tempo-scuola è effettuata dai genitori all’atto dell’iscrizione ed è modificabile nel corso dell’anno solo per gravi motivi, con l’accordo e l’approvazione  della Direzione scolastica.
Il pre-scuola, dalle ore 7.45 alle 8.30, è compreso nel contributo di funzionamento.
Il post-scuola, dalle 16.00 alle 18.00, è un servizio a pagamento che la Scuola mette a disposizione dei genitori che ne fanno richiesta.

Gli orari della giornata tipo sono i seguenti:

07:45 – 08:30 pre-scuola
08:30 – 09:15 ingresso e accoglienza
09:15 momento di preghiera
09:20 – 11:10 attività educativo-didattiche (anche con intervento di specialisti)
11:10 – 11:25 igiene personale

11:30 – 12:25 pranzo
12:30 – 13:30 ricreazione, gioco libero
13:30 uscita dei bambini con frequenza a orario ridotto
13:15 – 15:00 pausa sonno per i più piccoli
13:30 – 15:20 prosecuzione attività (anche con intervento di specialisti)
15:30 – 15:45 uscita
15:45 – 18:00 post scuola

Sono attualmente attive 3 sezioni, ciascuna con la propria insegnante di sezione. Queste sono affiancate da 3 assistenti.

Nel piano delle attività educative sono inserite, a cadenza settimanale ed a cura di insegnanti specialisti, lezioni di:

 - Educazione motoria
 - Educazione al suono e alla musica
 - Lingua Inglese

Si adotta inoltre la metodologia del laboratorio per fasce d’età.

Nel corso dell’anno sono previste uscite didattiche coerenti col programma scolastico.

Nell’ambito della programmazione dell’anno scolastico non mancano occasioni nella quali la scuola vive giornate o momenti particolari dedicati a temi, eventi od esperienze che hanno un positivo valore educativo, culturale o ricreativo.

Momenti natalizi
Qualche giorno prima delle vacanze natalizie i bambini della scuola dell’infanzia con i loro insegnanti preparano per i genitori un momento di festa. In tali occasioni vengono offerte brevi rappresentazioni natalizie, poesie, canti…
A seguire è previsto un rinfresco con il tradizionale scambio di auguri.
 
Spettacolo di fine anno scolastico
E’ tradizione chiudere l’anno scolastico invitando i genitori ad assistere ad uno spettacolo.
Negli ultimi mesi di scuola tutte le sezioni insieme, coordinate dagli insegnanti, preparano e provano uno spettacolo da offrire ai genitori.
Al termine dello spettacolo è previsto un momento di festa insieme.

Momenti di spiritualità e carità/solidarietà
La Scuola Maria Consolatrice è una scuola di ispirazione cristiana; perché questa ragione profonda del suo operare non rimanga soltanto sulla carta, la vita scolastica stessa viene scandita da brevi momenti di preghiera (all’inizio della giornata e a conclusione del pranzo), da appuntamenti più estesi di riflessione con l’intervento di un sacerdote (all’inizio dell’anno scolastico, nel tempo di avvento e di quaresima) e con proposte di meditazione e preghiera rivolte anche al personale in servizio. In collaborazione con i genitori, nei periodi di avvento e quaresima, vengono anche organizzate attività di carità/solidarietà; mercatini a scopo benefico, raccolta di generi alimentari, incontri con figure significative (missionari, volontari…)

La Scuola Maria Consolatrice chiede ai genitori e agli alunni di sottoscrivere il Patto Educativo di Corresponsabilità tra la scuola e le famiglie, ai sensi della normativa vigente (Linee guida per il Patto Educativo DPR 235/21.11.2007).
Il Patto Educativo di Corresponsabilità è una forma di “contratto formativo” sottoscritto tra scuola e famiglia, sulla base di reciproci impegni assunti in vista di un miglioramento della qualità della vita a scuola.
Non è solo un documento scritto: è in primo luogo un impegno assunto, una responsabilità condivisa ed un processo di trasformazione migliorativo e continuo.

Scarica il Patto Educativo di Corresponsabilità

Powered by Amazing-Templates.com 2014 - All Rights Reserved.